Asperger: Al via i “Gruppi di socializzazione” a Roma e Salerno

socializzazioneLa socializzazione e gli Asperger sono un connubio particolare, avvolto in una nube di falsi miti.  Per chi avesse poco chiaro il concetto di Asperger potremmo sintetizzarlo dicendo che è una sindrome che fa parte dello spettro autistico, caratterizza soggetti con un quoziente intellettivo nella media o superiore ma che hanno difficoltà nelle relazioni sociali. Si presentano come abitudinari con un numero ristretto di interessi, ma quei pochi interessi sono particolarmente assorbenti per il soggetto.

Asperger e socializzazione

Non è vero che gli Asperger non vogliono socializzare, ma è vero che hanno difficoltà a farlo. C’è anche una difficoltà ad appassionarsi o anche solo ad inserirsi in discussioni riguardanti argomenti che non siano i loro interessi principali.

Principalmente per un soggetto Asperger la lettura dei comportamenti degli altri è sempre incerta. A ciò consegue una certa “goffaggine” sociale che porta l’Asperger a rispondere in maniera a volte fuori luogo.  Inoltre, la ripetizione di scambi sociali “infelici”, da una parte accresce l’ansia,  da un’altra facilita un certo isolamento dei piccoli aspie che, dopo una serie di scambi non positivi, tendono ancora di più ad isolarsi..

Ragazze e ragazzi Asperger

L’espressione di questa sindrome si può presentare in maniera diversa tra uomini e donne, ragazzi e ragazze, bambini e bambine. Una caratteristica che sembrerebbe caratterizzare più che altro le ragazze Asperger è il rifugiarsi nella fantasia, l’immergersi in un mondo immaginario parallelo ed alternativo a quello reale.

Anche il poco interesse che i soggetti Asperger mostrano per la moda, il modo di vestirsi, può notarsi di più su una donna che su un uomo, in quanto socialmente si ci aspetta da una donna, più che da un uomo, che “segua la moda”. La difficoltà a socializzare, invece, si accetta di più per una ragazza e molto meno per un ragazzo, favorendo la diagnosi degli Asperger maschi, ma finendo per sottostimare il numeri di ragazze Asperger.

I laboratori sulle abilità sociali: la giusta terapia per piccoli e ragazzi Asperger.

All’interno di questa cornice e sotto la mia supervisione, vengono inaugurati a Roma e a Salerno  i laboratori per favorire la socializzazione e l’inclusione nel territorio di soggetti Asperger. L’intento dei laboratori è di favorire la socializzazione non solo permettendo ai partecipanti di sperimentare le proprie abilità e competenze sociali, ma creando degli spazi di condivisione come uscite sul territorio, in grado di dare un taglio pragmatico al lavoro con gli Asperger. I bambini, i ragazzi che si aggiungeranno a questi laboratori lavoreranno direttamente con  la psicologa che li guiderà in una serie di attività semistrutturate. Lo scopo degli incontri è di vivere una serie di situazioni sociali che generalmente creano ansia nei piccoli asperger e supportarli ad affrontarle con maggiore tranquillità.

Incontri così strutturati permettono un cambiamento delle abitudini, delle interazioni sociali, rappresentando una vera e propria opportunità di cambiamento ed interazione col territorio.

Chiunque voglia saperne di più sull’iniziativa dei laboratori e come partecipare ai “Gruppi di Socializzazione per Asperger”, può scrivere a rosaria.ferrara@unil.ch o consultare l’area “contatti”.

Informazioni su Rosaria Ferrara

rosaria.ferrara987@gmail.com +39 320 3161 748 http://www.rosariaferrarapsicologa.it/ http://www.diagnosi-autismo.it/ https://www.facebook.com/Autismi-Diagnosi-Valutazione-e-Trattamento-Dottoressa-Rosaria-Ferrara-452004891677049/
Questa voce è stata pubblicata in Adolescenza, Autismo, Trattamento e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *